Ci siamo: in Basilicata approvata la nuova rete per favorire la crescita sostenibile e la tutela dell’ambiente!

Sono soddisfatto per le domande pervenute e per aver avviato un nuovo percorso più partecipato in tema di informazione ed educazione ambientale.

Con l’obiettivo infatti di favorire:

-la crescita sostenibile;

-la diffusione delle buone pratiche tra le generazioni;

-la tutela e la valorizzazione dell’ambiente;

è stato approvato (rendendolo più ‘snello’ e competitivo) il nuovo disciplinare del Sistema Regionale dell’Informazione e dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile della Regione Basilicata (denominato Reduss).

Grazie al nuovo disciplinare è stato possibile costruire una rete piu’ inclusiva costituita dai soggetti che si sono accreditati come CEAS o come “Amici della Rete” (AdR).

Ricordo che i Centri di Educazione Ambientale per la Sostenibilità (CEAS) sono distribuiti sul territorio regionale e costituiscono i vari nodi del Sistema Regionale dell’Informazione e dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile.

Gli Amici della Rete (AdR) sono soggetti che partecipano e sostengono l’attività del sistema REDUSS e sono disponibili per l’attuazione di progetti, proposte educative ed eventi.

Sono stati quindi accreditati 49 soggetti come CEAS (prima erano 27) e 53 soggetti come AdR.

Un sistema che si irrobustisce quindi e che potrà essere fonte di idee ed azioni programmatiche sempre piu’ partecipate.

Pertanto coinvolgere un numero ancora più vasto di portatori d’interesse e, dunque, di idee e proposte, contribuisce a generare maggiori opportunità di sviluppo e crescita a tutti i livelli, da quello ambientale e naturale a quello culturale ed economico.

Gli esiti dell’istruttoria per l’accredimento alla REDUSS sono riportati nella Determinazione Dirigenziale n.1186 del 29 novembre 2018 scaricabile dal seguente link:

http://www.regione.basilicata.it/giuntacma/files/docs/DOCUMENT_FILE_3051555.pdf

Grazie al lavoro svolto favoriremo la crescita sostenibile, la diffusione delle buone pratiche tra le generazioni e la tutela e valorizzazione dell’ambiente. 

Collaborando tutti insieme quindi non si può far altro che andare avanti!

Francesco Pietrantuono